Skip to content
novembre 22, 2012 / Silvia

Come scegliere le luci dell’albero di Natale

Tra poco sarà ora di preparare l’albero di Natale, e visto che la scorsa volta abbiamo dato qualche consiglio sul come addobbarlo oggi voglio parlare delle luci. Tutti sanno che l’albero può essere preparato con uno o più temi dominanti.

E allora, in alternativa al filo di minilucciole multicolore incandescenti, si può optare per i fili di luci ad un solo colore o di due colori.

Il filo di luci miniled bianco, ad esempio, esalta al meglio la luminosità, quelle dal colore classico che tendono al giallo oro per capirsi, donano un colore caldo. Ma se non volete optare per queste ci sono anche quelle di colore verdi, rosse, rosa. Si possono abbinare due colori insieme, ad esempio rosso ed oro, o blue e bianco.

Le luci si possono scegliere fisse o intermittenti, o con giochi di luce che cambiano di volta in volta, o ancora quelle che diffondono motivi musicali.

Se però decidiamo di mettere due fili di luci abbinati, ricordiamoci di appendere addobbi che stiano bene con i colori di questi ultimi. Insomma non mettiamo addobbi verdi e arancioni se decidiamo di inserire luci rosse e oro.

Annunci
novembre 16, 2012 / Silvia

Regole per addobbare l’albero di Natale

Quando si avvicinano le feste, una delle bellissime cose da fare tutti insieme in famiglia o con gli amici, rimane sicuramente l’albero di Natale. E allora ecco qualche dritta, (dato che non può esistere un vero è proprio libretto di istruzioni sul “come farlo”),  per decorare al meglio il vostro albero, sia esso finto o vero, fatto in casa o in giardino.

  • La prima cosa decorativa da disporre è la luminaria. Iniziamo quindi a disporre, ad esempio, un filo di luci 180 miniled, del colore che più si desidera, dall’alto verso il basso. Procediamo a zig zag, a spirale oppure lasciandole scendere in verticale. Facciamo attenzione a disporlo in modo che si mimetizzi tra i rami. L’ultima cosa da fare con le luci ora è accenderle per vedere che siano sparse un po’ ovunque e che il colore sia omogeneo un po’ ovunque.

 

  • Il passo successivo riguarda gli addobbi. Questi andranno attaccati sia sulla parte terminale dei rami che su quella interna. Ricordiamo che le decorazioni più leggere e piccoline vanno appese in alto, mentre quelle più grandi e voluminose andranno bene verso il basso così da creare un effetto estetico più bello.

 

  • Le ultime cose da inserire saranno i festoni e le catenelle o così detti fili d’angelo.

 

Adesso che avete qualche dritta potete divertirvi e sbizzarrirvi in compagni con i colori e le decorazioni che più vi piacciono.

novembre 13, 2012 / Silvia

Gli ultrasuoni come repellenti

Oggi voglio farvi conoscere un nuovo tipo di repellenti e più precisamente quelli che usano gli ultrasuoni.

Questi sono suoni ad alta frequenza che l’uomo non è in grado di percepire, ma che solo gli animali avvertono. Quindi se usati in modo opportuno e alle giuste frequenze, e questo dipende da animale ad animale, si crea un disturbo al sistema nervoso ed uditivo di questi ultimi. Se si pensa che molti animali selvatici e non, dipendono dal loro udito per sopravvivere, interferire con le loro frequenze uditive aiuta a tenerli lontano costringendoli ad allontanarsi.

La ricerca viene in nostro aiuto dato che dopo numerosi studi sono stati inventati dissuasori ad ultrasuoni come ad esempio lo yard&garden protector repellente per cani e gatti o il repellente ad ultrasuoni 325 mq che senza l’utilizzo di trappole o pesticidi, e quindi sicuri per i bambini e per l’ambiente, ci aiutano a tenere lontano dalle nostre case ospiti sgraditi quali: ratti, cani, gatti, zecche e ratti.

ottobre 23, 2012 / Silvia

LAVORI DI CASA E SICUREZZA

 

 

Da parecchi anni a questa parte va molto di moda il fai da te in casa, e non solo quando si parla di giardinaggio, ma anche se ci riferiamo a piccoli lavori di sistemazione dell’ambiente domestico e, perché no, anche al bricolage.

Questa realtà riguarda sempre di più le donne, che però spesso dimenticano di prendere le necessarie precauzioni per proteggere le parti del corpo esposte al “pericolo”.

Facciamo un esempio molto semplice: una donna che sta lavorando in casa o in giardino e per ipotesi ha bisogno di usare dei prodotti corrosivi o del semplice acido muriatico avrà una possibilità su due che la sua pelle venga a contatto con il prodotto, causando, delle volte  lesioni che hanno bisogno di essere medicate da professionisti. Questa cosa sarebbe facilmente evitabile se si usassero dei semplici guanti in nitrile sol-vex. Resistenti e sicuri contro gli agenti chimici.

E che dire di quegli uomini che si affacciano al bricolage e usando vari attrezzi rischiano che schegge di ferro/legno arrivino fino agli occhi? Anche questa è un circostanza che si può evitare proteggendo la vista con occhiali a stanghetta in policarbonato. Utili per varie attività da svolgere in casa, leggeri e trasparenti. E ricordiamo che la sicurezza viene prima di tutto!!!!

ottobre 18, 2012 / Silvia

come curare le piante grasse

Molti pensano che le piante grasse non abbiano bisogno di cure particolari, in realtà non è così. Anche queste varietà così belle necessitano delle giuste attenzioni per far si che fruiscano del giusto clima, del giusto nutrimento e soprattutto della giusta luce. Se “trattate” bene possono diventare un elemento d’arredo davvero favoloso. Sono adatte anche a chi non ha un grandissimo pollice verde, o non ha molto tempo in quanto sono poco delicate e hanno una vita lunga. La regola fondamentale da seguire è: mai piantarle nello stesso vaso. Vero è che in giro si possono ammirare molte composizioni che magari vorremmo copiare, ma questa varietà non ama la condivisione dello stesso spazio. Molti di noi inoltre sbaglia nel dare loro da bere, le succulente infatti, bevono in modo diverso a seconda della stagione. Nei mesi caldi si può bagnare una o due volte alla settimana, ma nei mesi freddi basta una volta al mese. Ricordiamo anche di aiutare la loro crescita e le loro difese da malattie con del concime liquido per piante grasse. Per i mesi freddi è bene coprirle in modo adeguato a non farle soffrire per il troppo freddo, se possibile mai esporle sotto i 10 gradi. Nei negozi o in internet si possono trovare delle serre, ad esempio la serra mini house multiuso che proteggerà dalle correnti e dal freddo le vostre piante. Anche i pianerottoli sono ottimi luoghi in cui deporle durante i mesi freddi in quanto durante questo periodo non è importante la quantità di luce che riceveranno.

marzo 27, 2012 / Silvia

Come curare le piante in giardino in totale sicurezza

dotazione di sicurezza nel giardinoIl giardinaggio è un hobby che ti permette di stare all’aria aperta, di rilassarti, un’occasione perfetta per abbellire giardini, prati, terrazzi e prenderti cura delle piante sempreverdi,  da fiori o da frutto.  Un’attività che occupa molto tempo libero, impegnativa ma  che necessita di osservare delle norme basilari di sicurezza.
Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per lavorare con prudenza ed evitare incidenti.

Abbigliamento di protezione

E’ fondamentale vestirsi in modo adeguato per proteggersi da spine, prodotti chimici nocivi,  parassiti, insetti,  attrezzature taglienti o elettriche e dai raggi solari.

• Se utilizzi  tosaerba, motoseghe, decespugliatori o tosasiepi indossa occhiali protettivi, scarpe antinfortunistiche con suola antiscivolo e punta rinforzata e pantaloni lunghi per evitare graffi o pruriti.

Leggi tutto…

marzo 19, 2012 / Silvia

Come prendersi cura delle piante d’appartamento

come curare le piante d'appartamento1. Dove crescere le piante

La maggior parte delle piante d’appartamento prosperanno in un ambiente ben illuminato, privo di correnti con una temperatura e umidità ragionevolmente alta. Tuttavia, alcune piante hanno esigenze specifiche. Per esempio, piante da fiore e quelle con fogliame variegato hanno bisogno di più luce che di quelle piante con fogliame verde chiaro, mentre felci devono essere mesi in un posto più scuro. Cactus, e piante succulente e carnivore, amano sedere sotto un davanzale di una finestra luminosa. Comunque evita di mettergli su un davanzale rivolto a sud in estate, perche corrono il rischio di essere bruciate. Le orchidee preferiscono una luce luminosa ed indiretta e, se possibile, un sacco di aria fresca e alta umidità. In generale, se la crescita non va in modo normale, per esempio se le piante da fiore sono timidi a fiorire o le piante variegate tornano al verde pianura, migliora le condizioni di luce.

Leggi tutto…